domenica 1 maggio 2011

“LA DEBOLEZZA E’ L’ESSENZA DEGLI UOMINI, FA PARTE DELLA LORO NATURA. IO INTENDO USARE IL POTERE DELL’IPNOTISMO..PER DISTRUGGERE CIO’ CHE PROVOCA TUTTO QUESTO!” (Ren Hiyama)

Hello! Hello! Oggi sono solo 46597869789 gradi Kelvin, e quindi mi sono detto, perché non scrivere un bel post prima di sublimare nell’aria? Eh già, che splendida idea! Mi immagino quante persone saranno in casa con questo sole super splendente! E vabbè.. Per voi, cammelli dalla grande gobba, ho una sorpresa veramente rinfrescante: oggi parliamo di un manga very, very great, LOST + BRAIN! Questo fumetto, date le notevoli somiglianze (a detta dei più) con Death Note, ha riscosso solo giudizi o estremamente positivi (la minoranza) o estremamente negativi (la maggioranza): personalmente ritengo che sia un bel manga e che offra notevoli spunti di riflessione, anche molto diversi da DN! Siccome non vedo l’ora di conoscere la vostra opinione, eccovi servita la trama!
Durante il primo anno di liceo, lo studente Hiyama Ren è stufo dell'attuale società noiosa ed insensata. Alla ricerca di un modo radicale per poter creare una sua utopia perfetta senza i rifiuti della società, viene a sapere da Takagi Yuka, una sua compagna di classe, dell'esistenza di una ipnosi con cui controllare le persone. Il maggior rappresentante in questo campo è Kuonji Itsuki, famoso giapponese conosciuto in tutta la nazione e zio di Takagi Yuka, il quale riesce a convincere Ren attraverso una pratica d'ipnosi, della veridicità delle sue azioni. Cavia dell'esperimento è un compagno di classe di Ren, molto timido e schiavo dei ragazzi più grandi, ma che proprio grazie a questo controllo ipnotico fa delle azioni che normalmente non avrebbe mai il coraggio di fare, come imitare dei famosi cantanti rock. Visto ciò, Ren capisce che attraverso l'ipnosi può conquistare il controllo di tutti i rifiuti della società e, un anno dopo, trasformatosi in un ragazzo gentile ed educato del secondo anno di liceo, inizia il suo piano di controllo della nazione.

Cari senpai torno al mio bushidō. Scrivete numerosi!

バイバイ!

Nessun commento:

Posta un commento